Come elaborare il lutto di una perdita attraverso la fede? - CARF
Seleccionar página
M.V.C.
12 agosto, 20

Blog

santo expeditus

Come superare il dolore attraverso la fede?

Avete recentemente subito una perdita? Vi aiutiamo a superare la perdita di una persona cara grazie ai pilastri della fede cristiana.

Lutto: l'esperienza di superare una perdita

Sebbene gli esseri umani vivano la sentimento L'esperienza del lutto è una delle esperienze più comuni della vita, a cui siamo sempre impreparati e che ci richiede continuamente di imparare e adattarci a nuove circostanze. Il lutto non riguarda solo la morte. Il lutto è un'emozione o varie emozioni che gli esseri umani provano quando subiscono una perdita di qualsiasi tipo.

Non ci sono "esperti" nel dolore della perdita; esso ha sempre una dimensione di originalità: nel modo in cui si manifesta, nelle sue cause e nelle varie reazioni che scatena. Spesso ci troviamo sofferenza profondamente per ragioni e motivi che non ci saremmo mai aspettati.

Il Santo Padre Giovanni Paolo IILa sofferenza umana suscita compassione, ma anche rispetto e, a suo modo, spavento. Anzi, in essa è contenuta la grandezza di un mistero specifico [...] l'uomo, nella sua sofferenza, è un mistero intangibile".

Questa esperienza umana ci spinge a cercare la Aiuto Siamo anche disposti a offrire il nostro sostegno ad altri. L'esperienza di superare il luttoci insegna a prestare maggiore attenzione agli altri che soffrono. L'esperienza del dolore fa la differenza tra una persona matura, in grado di affrontare gli ostacoli e le situazioni difficili, e una persona che si lascia trasportare e assorbire dal suo stesso emozioni e sensazioni.

La fede cristiana come sostegno al lutto

Il La fede è il miglior rifugio per chi deve affrontare il processo di elaborazione del lutto di una perdita di qualsiasi tipo e particolarità. Il La fede ci dà la forza, la calma e la serenità di cui abbiamo bisogno per alleviare il dolore del lutto.

Superare la perdita con serenità

"La risurrezione di Gesù non solo dà la certezza della vita oltre la morte, ma illumina anche il mistero stesso della vita. morte di ciascuno di noi. Se viviamo uniti a Gesù, fedeli a Lui, potremo affrontare anche il passaggio della morte con speranza e serenità". (Papa Francesco, Udienza generale del 27 novembre 2013).

Superare la perdita con la speranza

Il morte arriverà inesorabilmente. Pertanto, che vuota vanità concentrare la propria esistenza su questa vita! Guardate quanti soffrono. Alcuni, perché finisce, trovano doloroso lasciarla; altri, perché dura, la trovano noiosa... Non c'è spazio, in ogni caso, per il senso erroneo di giustificare il nostro passaggio sulla terra come una fine.
Dobbiamo abbandonare questa logica e ancorarci all'altra logica: quella eterna. È necessario un cambiamento totale: uno svuotamento di sé, delle motivazioni egocentriche, che sono superate, per rinascere in Cristo, che è eterno. (Surco, 879)

Superare la perdita senza paura della morte

Non abbiate paura della morte. -Accettalo, d'ora in poi, generosamente..., quando Dio vuole...., Come Dio vuole..., ovunque Dio voglia. -Non dubitate: verrà nel momento, nel luogo e nel modo più conveniente..., inviato dal vostro Padre-Dio. -Benvenuta alla nostra sorella morte! (Camino, 739).

Superare la perdita con lo sguardo rivolto al cielo

Visione soprannaturale, calma, pace! Guardate le cose, le persone e gli eventi... con gli occhi dell'eternità!
Quindi, ogni muro che si chiude su di voi - anche se, umanamente parlando, è imponente - non appena lo guardate davvero in alto, sarete in grado di vederlo. Il cieloChe piccola cosa è, (Fucina, 996).

Dolore e amore

Scegliendo l'Incarnazione, Gesù Cristo ha voluto sperimentare quanta più sofferenza umanamente possibile per insegnarci che la amore può superare qualsiasi tipo di dolore. Il dolore può essere superato guardando alla vita di Gesù e seguendo la sua vita. impronta.

Il lutto è un punto d'incontro tra la gioia della speranza e la il bisogno di preghiera. I cristiani accettano il dolore nella speranza di una gioia futura. Sono pienamente consapevoli dei loro limiti e si affidano all'aiuto implorato da Dio nella preghiera.

La sofferenza è solo una parte del cammino, un luogo di passaggio; non è mai la stazione finale. Pertanto, il preghiera diventa un momento importante in cui la sofferenza trova il suo senso e, con la grazia di Dio, diventa gioia.

Il La preghiera è un sostegno fondamentale nel processo di elaborazione e superamento della perdita. L'effetto purificante della preghiera si realizza perché, ogni volta che l'uomo prega, sperimenta la La misericordia di Dio e condividere le loro preoccupazioni e i loro problemi.

Tuttavia, ci sono momenti in questo viaggio in cui l'esperienza del dolore modella la vita di un uomo. Non si tratta più di accettare o rifiutare il dolore, ma di imparare a considerare la sofferenza come parte della nostra esistenza e della nostra vita. Il piano di Dio per ognuno di noi.

Quando il dolore della perdita si fa sentire

Il lutto per la perdita di una persona cara è naturale e inevitabile. Tuttavia, superarlo non è facile e a volte, per vari motivi, c'è chi rimane bloccato in questo dolore. Per questo motivo, ci sono molte Fondazioni cattoliche che offrono sostegno e organizzano gruppi per aiutare le persone a riprendere la vita dopo la morte di una persona cara e a superare la perdita.

Superare il lutto "in pace con Dio".

Per far fronte al dolore del lutto, è necessario essere consapevoli dell'importanza della accompagnamento spirituale in quei momenti difficili. Non esiste una ricetta unica per tutti, le particolarità di ogni caso rendono ogni caso unico e particolare.

Si dice che "il dolore viene dal corpo e la sofferenza dall'anima", ma è necessario aiutare chi accompagna a essere sereno e "in pace con Dio", perché così "si trasmette questa serenità". Qualcosa che, in seguito, renderà il lutto più facile in qualche modo.

Quando si parla di persone che stanno superando il lutto, i sacerdoti sottolineano una parola: speranza. La speranza li aiuta a riposizionarsi in termini spirituali, a ritrovare il loro posto, anche nella pratica religiosa, che potrebbero aver abbandonato. Bisogna far capire loro che Dio non ha mandato loro il dolore che stanno vivendo, ma che li ama.

Per questo, incoraggia Papa Francesco, "non cessate di parlare a Nostro Signore e a sua Madre, la Madonna". Beata Vergine. Ci aiuta sempre.

 

 

Con la collaborazione di:

Catechismo della Chiesa Cattolica. 
Opusdei.com

I sacerdoti, il sorriso di Dio sulla terra

Date un volto alla vostra donazione. Aiutaci a formare sacerdoti diocesani e religiosi.

Articoli correlati