Seleccionar página

Un'azione che può mantenere vive le speranze di tutti

Pregate per la pace in Ucraina

Il CARF incoraggia i suoi amici, sostenitori e benefattori a unirsi a Papa Francesco nella preghiera per le persone colpite dalle guerre in Ucraina e nel mondo.

Per l'Ucraina e per tutti coloro che soffrono

Il 24 febbraio 2022, la Russia ha effettuato un'operazione militare contro la vicina Ucraina, invadendo il Paese. Questa azione ha causato la fuga di oltre 1,5 milioni di ucraini dalle loro case in cerca di sicurezza. Per non parlare delle numerose perdite di vite umane per entrambi i Paesi.

I cristiani non possono rimanere ai margini di questa situazione straziante per tante persone. Dal CARF, ci uniamo all'appello di Papa Francesco a pregare per la pace in Ucraina. Ma non possiamo nemmeno dimenticare le innumerevoli guerre in altre parti del mondo. Pregate per la pace, per la pace in tutto il mondo.

Preghiera per l'Ucraina - La preghiera di Papa Francesco per la pace in Ucraina

La preghiera di Papa Francesco per la pace in Ucraina

"O Signore, Tu che vedi nel segreto e ci ricompensi al di là di ogni nostra aspettativa.

Ascolta le preghiere di tutti coloro che confidano in te, soprattutto dei più umili, dei più provati, di quelli che soffrono e fuggono sotto il rombo dei cannoni.

Ripristina la pace nei nostri cuori e ridona la tua pace ai nostri giorni. Amen.

Appello alla pace in Ucraina e nel mondo

"La preghiera è la vera rivoluzione che cambia il mondo".

Il Papa invita tutti i cristiani a pregare in silenzio per la pace in Ucraina e nel mondo. Francesco affida ogni sforzo per la pace all'intercessione della Vergine Maria e alla coscienza dei leader politici.

"L'aiuto più significativo che può venire dall'estero è costituito dalle manifestazioni pubbliche, dalla preghiera e dall'assistenza finanziaria, ove possibile. Anche gli aiuti umanitari vengono raccolti in molti Paesi. A voi, amici della Spagna e dell'America Latina, chiedo sinceramente di pregare affinché la violenza in Europa centrale cessi per sempre. Insieme fermeremo il nemico del mondo. No alla guerra in Ucraina, no alla guerra!".

Leggi l'intervista completa

Ihor, 25 anni.

Studente ucraino della Pontificia Università della Santa Croce. Borsa di studio 2022.

"Vivo e studio a Kiev da molto tempo, anche se vengo da un'altra regione, e posso dire che questa città è diventata la mia casa. Le persone qui sono molto amichevoli e ospitali. Ho molti conoscenti e amici che vengono da lì. Così ora, in questi tempi di guerra, li chiamo molto spesso e scrivo loro per sapere se va tutto bene. Sono molto preoccupato per la loro sicurezza e per la loro vita. L'esercito russo sta uccidendo i civili e, come state sentendo, sta cercando di entrare nelle nostre grandi città e di rovesciare il governo democratico, mettendo al loro posto i loro collaboratori".

Leggi l'intervista completa

Bohdan Luhovyi, 26.

Studente ucraino della Pontificia Università della Santa Croce. Borsa di studio 2022.

Richiesta della Santa Messa per la pace*.

Le petizioni vengono inviate settimanalmente al Basilica Pontificia di San Miguel a Madrid. Le petizioni vengono raccolte dal lunedì alla domenica e le messe vengono celebrate la settimana successiva.

A causa dell'elevato numero di petizioni non è possibile nominare le persone incaricate della celebrazione, ma siate certi che il sacerdote offre al Signore sulla sua patena ogni singola petizione.

*È possibile che alcune eucaristie non possano essere trasmesse, perché vengono celebrate nella cripta, dove non ci sono impianti di trasmissione.

Compilate il modulo e indicate le vostre intenzioni: